Home

 

 

 

 

 

 

Curriculum Vitae di Roberto Taito

Roberto Taito è nato a Roma il 2 maggio 1953, primo figlio di una famiglia che a quel tempo lavorava nel teatro viaggiante del nonno paterno.

Questa Compagnia teatrale, nata intorno al 1920 per iniziativa del nonno Roberto e della nonna Elena Cavallini, già artista di circo, portava in giro per l’Italia le opere tradizionali del teatro popolare. Nella conduzione della Compagnia teatrale era coinvolto l’intero nucleo familiare: nonni, genitori, zii, ecc.; ad esso si aggiungevano, stagionalmente, altre famiglie di attori. Ogni attività per la messa in scena degli spettacoli (dalla realizzazione dei costumi, ai testi, alle musiche, alle scenografie) era svolta nell’ambito familiare della Compagnia.

Il quotidiano contatto con questo ambiente ha fatto maturare nell’allora giovanissimo Roberto Taito l’interesse per il mondo dell’arte; forse, la voglia di dedicarsi alla pittura iniziò proprio nel tenere compagnia al padre mentre questi dipingeva gli enormi fondali di carta sulle tavole del palcoscenico. Dovranno però passare molti anni prima che si accenda definitivamente in lui il fuoco sacro dell'arte, finalizzato alla pittura e al disegno. Dopo un primo periodo, in cui studia le tecniche dell’olio, realizzando una serie di quadri, anche di grandi dimensioni, Roberto Taito, all’età di vent’anni, si concentra sulle tecniche del disegno, specializzandosi come autore di fumetti.

Inizia così un decennio di intenso lavoro, durante il quale egli collabora con le più note Case Editrici del settore: Rizzoli, Universo, Lancio, Bonelli, e altre. Realizza tra l’altro, una storia a fumetti sul mondo degli Etruschi, frutto di una forte passione per l'archeologia, passione che egli coltivava a livello di hobby già da molti anni. L’approfondimento degli aspetti archeologici e la qualità della grafica, hanno fatto sì che il lavoro sia stato scelto per un'esposizione tenuta a Firenze per "l'anno degli Etruschi". In questo stesso periodo fonda e gestisce (dal 1980 al 1985) una scuola di fumetti, dove insegna, ad allievi di ogni età, le tecniche e i segreti del mestiere di fumettista.

Contemporaneamente a questa attività, Roberto Taito perfeziona la sua tecnica dell'acquerello e della tempera, ed inizia a collaborare con la Titanus Film ed altre Case cinematografiche per la realizzazione di locandine e manifesti cinematografici. Dipinge, tra l’altro, anche il manifesto per il film di Tornatore “Nuovo Cinema Paradiso” (premio Oscar per il miglior film straniero). Nel 1987, forse anche per effetto della sua infanzia passata nella cultura del teatro, apre un laboratorio di scenografia, studiando ed utilizzando nuovi materiali per sculture e oggetti di grandi dimensioni. In questa nuova attività vince subito una importante gara di appalto della RAI per la realizzazione delle sculture in polistirolo e vetroresina per la trasmissione “Fantasticotto”, presentata da Adriano Celentano. Da quel momento in poi, grazie alla qualità delle soluzioni tecniche proposte, vince numerose gare di appalto per sculture e pitture televisive con la Rai, Canale Cinque, Rete Quattro, Italia Uno, Telemontecarlo e Cinecitta'. Si sono valsi dei suoi lavori, programmi televisivi, quali “Fantastico”, “Scommettiamo che”, “I Cervelloni”, “Viaggio nel Cosmo” e “Il Mondo dei Dinosauridi Piero Angela, “Indietro tuttadi Renzo Arbore, “Il Pranzo è servito”, “Mi manda Lubrano”, “Detto fra noi”, “I Fatti vostri”, “Domenica In”, “Numero Unodi Pippo Baudo. Ha inoltre prodotto sculture e pitture per diverse produzioni teatrali, cinematografiche e pubblicitarie.

Parallelamente a tutte queste attività, Roberto Taito dal 1993 inizia a rivolgere la sua attenzione professionale alla pittura su parete, specializzandosi in dipinti di grandi dimensioni  e trompe-l'oeil con tecniche acriliche, per chiese e altri ambienti pubblici e privati. La mai sopita passione per l'archeologia, e l’amore per la città di Roma, lo hanno spinto da alcuni anni ad effettuare una approfondita ricerca iconografica sulla Roma del 1500 e a realizzare una serie di tavole pittoriche per una accurata ricostruzione storica della Città di quell’epoca. Queste tavole pittoriche sono state inserite in un CD-Rom dedicato al Giubileo del 2000 di cui ha curato tutta la parte artistica nonché la realizzazione in assonometria della cartografia monumentale della Roma di oggi. Questo tipo di rappresentazione cartografica è stata poi utilizzata per la realizzazione di cartografie delle maggiori città d’Italia. Proprio questa sua passione per l'archeologia, lo ha portato ad elaborare un metodo manuale di microrestauro eseguito al microscopio stereoscopico su monete ed oggetti antichi scrivendo articoli dimostrativi sul mensile "Cronaca Numismatica". Negli ultimi anni, facendo tesoro delle diverse esperienze acquisite nelle arti del disegno, del fumetto e della pittura e scultura scenografica, quasi a fonderle tutte insieme, Roberto Taito riprende il suo originale indirizzo pittorico, e si dedica ad una ricerca artistica innovativa sulla figura umana, realizzando opere che appartengono contemporaneamente al campo della pittura e della scultura, definibili come pitture Multidimensionali o Tridimensionali.

Nel 2003 ha realizzato i manufatti scultorei e pittorici per l'allestimento del museo astronomico del Planetario del Comune di Roma e nel 2011 una grande pittura murale di oltre 180 mq per il Parco MagicLand di Valmontone. Dal 2009, riprendendo la sua produzione cartografica, ha iniziato una attività come editore, producendo Mappe turistiche prospettiche a volo di uccello.


STUDIO ARTISTICO TAITO
Via G. Puccini, 6 Tivoli Terme 00011
Tel.: 06-2290208    3665222332
e-mail:taitobob@infinito.it 

www.taitoroberto.com
www.pittura3d.it
www.tavolastrozzi.it

www.veduteantiche.it